mercoledì 21 ottobre 2009

La marmellata di castagne (o crema di marroni)

Sui nostri appennini ci sono molti castagneti e all'inizio del mese, come di consueto ogni anno, siamo andate a raccogliere le castagne dalle parti di Amandola...circa una decina di kg e tutte molto grandi !! E come ogni anno abbiamo fatto la marmellata di castagne, ovvero quella che si conosce come la "crema di marroni". Effettivamente è talmente buona che si può mangiare a cucchiaini ! E' super per le crepes e con sopra la panna montata è da urlo !!

Di seguito le dosi, il procedimento e la foto di due dei barattoli ottenuti, a cui come al solito abbiamo applicato l'etichetta "la collina dei mici".

Dosi e ingredienti:

qualche foglia di alloro;
sale grosso;
2 hg di acqua per ogni mezzo kg di purea di castagne;
pari quantità di zucchero e di purea di castagne;
vanillina in polvere;
rum creola.

Procedimento:

Incidere le castagne nella parte inferiore e cuocere in acqua bollente con foglie di alloro e un pò di sale grosso per circa mezz'ora, quaranta minuti. Provarne una per vedere se sono cotte. Sbucciarle avendo cura di togliere tutta la pellicina interna. Passare le castagne pulite al passaverdura per ottenere la purea.
In una pentola capiente mettere l'acqua (2 hg di acqua per ogni mezzo kg di purea di castagne) e lo zucchero (che deve essere in quantità pari alla purea di castagne). Far bollire per 10 minuti a fuoco moderato.
Aggiungere fuori dal fuoco la purea di castagne e far bollire per 30 minuti.
Fare la prova sul piattino per vedere se la consistenza della marmellata è giusta: mettere con un cucchiaino un pò di marmellata sul piattino per vedere se una volta fredda ha la giusta consistenza (deve velare il cucchiaino). In caso sia ancora troppo liquida far bollire ancora qualche minuto.
A cottura ultimata, aggiungere la vanillina e il rum (di norma due bustine di vanillina e un bicchierino di rum per 1,5 kg di purea).
Riempire subito i barattoli. Mettere sulla superficie un cucchiaino di rum e chiudere con il coperchio. Rovesciare i barattoli per 5 minuti. Questo crea già il sottovuoto.
Noi però per sicurezza sterilizziamo i barattoli, mettendoli in acqua che poi facciamo bollire per circa 20 minuti.
La marmellata si può consumare già dal giorno dopo, ma più passano i giorni, più diventa buona !!

Nessun commento: