lunedì 16 novembre 2009

I cornetti del bar


Qualche giorno fa cercavo su internet la ricetta dei classici cornetti che la mattina si gustano al bar...ne ho trovate molte e così ho deciso che prima o poi avrei tentato, magari sulla falsariga di una di quelle che avevo trovato, a fare a casa qualcosa che potesse assomigliare al "cornetto". In precedenza mi sono già cimentata nella ricetta dei croissants francesi (nel blog c'è il link alla ricetta), che però se pur buonissimi sono differenti dai cornetti italiani, perché non prevedono le uova e hanno molto burro.....alla fine venerdì pomeriggio scorso, io e Jolie abbiamo deciso di mettere su la pasta (che deve riposare per diverse ore in frigo), in modo da poterli fare senza problemi, il giorno dopo, cioé sabato, giorno di riposo dal lavoro insieme alla domenica. Alla fine sono venuti fuori dei cornetti sfogliati buonissimi ! Sfogliati come quelli del bar, ma dal gusto ancor più fragrante, visto il sapore del burro che normalmente in quelli del bar non si sente molto. Sono buonissimi sia semplici, che con un cuore di marmellata o di nutella da aggiungere una volta cotti e raffreddati. Per gustarli il giorno dopo, basta scaldarli con il fornetto elettrico (noi abbiamo utilizzato il nostro microonde che ha anche la funzione di forno elettrico).

Ecco gli ingredienti e il procedimento per 16 cornetti (se si vuole farli un pò più grandi con questa dose chiaramente se ne ottengono un pò meno).

Ingredienti:

per la pastella:

70 gr di farina

150 ml di latte

13 gr di lievito di birra

35 gr di zucchero

1 uovo piccolo

25 gr di acqua

30 gr di burro

per il resto dell'impasto:

275 gr di farina

110 gr di burro

Fare una pastella sciogliendo il lievito con l'acqua tiepida, aggiungere l'uovo, lo zucchero, la farina, il latte e infine il burro fuso, facendo attenzione che non si formino grumi.
A parte lavorare con le mani la farina con il burro freddo di frigo, fatto a pezzetti (si devono ottenere delle grosse briciole). Versare la pastella sopra il composto ottenuto (costituito di briciole di burro impastato con la farina). Rimuovere poco con una spatola affinché il composto si bagni un pò dappertutto. Evitare comunque di mescolare tanto, perché poi nel frigo la pastella ingloba il composto. Coprire con la pellicola trasparente e mettere in frigo a riposare per circa 18 ore (noi per esempio l'abbiamo messi in frigo il pomeriggio sul tardi e poi li abbiamo impastati il pomeriggio successivo). Tirare fuori dal frigo e impastare con un pò di farina. La pasta non deve essere lavorata eccessivamente, perché sono proprio i pezzetti di burro inglobati nella pasta che creano la sfogliatura (l'interno del cornetto sarà "a nido d'ape", "con delle "bolle" di aria). Dividere in due parti la pasta. Stendere in un cerchio di circa 30 cm ciascuno dei due pezzi e tagliare in quattro e ciascun triangolo ottenuto in due. Stendere un pò ciascun triangolo per allungarlo. Praticare un taglietto sulla base e arrotolare le due estremità fino ad ottenere un cornetto, facendo attenzione che la punta rimanga sotto. Lasciar lievitare per circa tre ore in luogo tiepido dopo averli disposti sul testo del forno coperto di carta forno. Dopo che sono lievitati, spennellare di uovo sbattuto e mettere sopra un pò di zucchero. Infornare dopo aver preriscaldato il forno a 170° per 25 minuti circa.

Farli raffreddare un pò e gustare o semplici o farciti con un cuore di marmellata o di nutella. Buon appettito !!!

Nessun commento: