giovedì 23 maggio 2019

Galettes e palets bretons: prelibati biscotti al burro

Salve a tutti, oggi vi diamo la ricetta di squisiti biscotti bretoni, le galettes e i palets. Li abbiamo conosciuti grazie a un mercatino di prodotti francesi che si svolge in una città vicino casa nostra nel mese di novembre. Le galettes sono dei biscotti al burro semisalato, mentre i palets sono al burro salato, molto friabili. Entrambi sono buonissimi sia da soli che accompagnati con confettura di fragole o di more, all'ora del the' o a colazione. Ecco gli ingredienti e il procedimento.

Galettes bretonnes

250 gr di farina 00 biologica
125 gr di burro semi-salato a temperatura ambiente (morbido)
125 gr di zucchero

1 uovo bio e ½
½ cucchiaino scarso di lievito per dolci
1 tuorlo d’uovo (sempre bio)
latte bio 


Mescolare in una terrina la farina, il lievito e lo zucchero. Fare la fontana e al centro rompere l’uovo. Per il mezzo uovo è sufficiente romperlo in un piatto, sbatterlo con la forchetta e pesarlo. Mettere quindi al centro della fontana metà della quantità dell’uovo sbattuto. Aggiungere il burro a temperatura ambiente tagliato a pezzetti e, pian piano, amalgamare il tutto fino a ottenere un impasto omogeneo. Avvolgere la palla ottenuta con pellicola alimentare trasparente e far riposare in frigorifero per una buona mezz’ora. Passato questo tempo scaldare il forno a 170°. Staccare dei pezzi dalla palla di impasto e, stenderli col mattarello in uno spessore di circa 3 mm e ritagliare i biscotti con un tagliapasta rotondo. Riutilizzare la pasta in eccesso per formare nuovi biscotti, avendo cura di mettere i ritagli in frigo in modo che la pasta non si ammolli troppo. Disporre i biscotti su una teglia da forno rivestita con carta da forno, spennellare abbondantemente con il tuorlo sbattuto con un goccio di latte e infornare per 15-20 minuti. Controllare i biscotti, che devono leggermente scurire sui lati ma senza bruciare. Sfornare e lasciar raffreddare. Si conservano in un porta-torte. Più passano i giorni e più sono buoni!!!

Palets bretons

300 gr di farina bio
240 gr di burro salato (morbido)
2 cucchiai di latte biologico a temperatura ambiente
120 gr di zucchero
4 tuorli

Lavorare i tuorli con lo zucchero fino a ottenere un impasto liscio e spumoso. Aggiungere il burro a pezzetti e il latte; lavorare bene l’impasto con le mani. Aggiungere la farina setacciata e formare una palla. Avvolgerla con della pellicola alimentare trasparente e metterla in frigorifero a riposare per una mezz’ora. Formare un salsicciotto di circa 5-6 cm di diametro e rimettere l’impasto al fresco per un’ora piena, avvolto nella pellicola. Trascorso questo tempo tagliare la pasta a fette spesse circa 1 cm. Poiché la forma non è perfettamente tonda, ma un po’ schiacciata sotto, dove il salsicciotto poggiava nel frigorifero, rimettere un po’ a posto la forma con le dita. Poiché c’è molto burro la pasta tende facilmente a sciogliersi. Per evitare che in cottura si allarghino (cosa che è successa un po’ a noi) consigliamo di riporli in frigo per un’altra mezz’ora. Porre su una teglia da forno coperta con carta forno e spennellarne la superficie con un uovo sbattuto (noi abbiamo usato quello avanzato dalla ricetta delle galettes). Infornare a 200° in forno preriscaldato per circa 15 minuti. Far raffreddare completamente. Potete conservarli in un porta-torte. Anche questi prelibati biscottini diventano sempre più squisiti con i giorni che passano!!!

Ecco le foto delle galettes:



Ed ecco quelle dei palets:



La pizza al piatto dolce ai tre cioccolati

Siamo di nuovo con voi, cari amici, per darvi la ricetta di una squisita pizza al piatto, però dolce, guarnita invece che con pomodoro e mozzarella, con 3 diversi tipi di cioccolata: bianca, fondente e al latte, adagiata su un letto di crema Novi. E' davvero squisita e facile da realizzare. Vi farà leccare i baffi!
Ecco gli ingredienti per due pizze rotonde da circa 22 cm:
330 gr di farina 0 bio;
13 gr di lievito di birra;
135 ml di latte bio;
66 gr di burro bio;
2 terzi di 1 uovo sbattuto;
2 terzi di 1 cucchiaio di zucchero
2 pizzichi abbondanti di sale
1 tavoletta di cioccolato fondente Novi
1 tavoletta di cioccolato bianco Novi
1 tavoletta di cioccolato al latte Novi
1 vasetto di crema al cioccolato Novi
zucchero al velo
Procedimento:
Sciogliere il lievito nel latte tiepido e aggiungere li zucchero. Fondere il burro. Fare una fontana con la farina mettendone un po' da parte per impastare successivamente la pasta sul tavolo  e mettere al centro l'uovo. Mettere il sale sopra la farina. Cominciare a impastare, utilizzando una forchetta, l'uovo con la farina, aggiungendo poi il burro fuso che avrete fatto intiepidire. Poi unite il latte. Una volta che avrete amalgamato tutti gli ingredienti, mettete la pasta sul tavolo e impastate velocemente con le mani fino a ottenere una palla liscia. Mettete a lievitare per 1 ora in forno spento con la luce accesa, in una terrina chiusa con la pellicola alimentare trasparente. Trascorso il tempo di lievitazione, dividete la pasta in due pezzi. Da ciascun pezzo tenete da parte un po' di pasta, quanta ve ne servirà per realizzare un cordolo dello spessore di un mignolo lungo quanto la circonferenza della pizza. Stendete la restante pasta in un disco del diametro di circa 22 cm e mettetelo in una teglia apribile con i bordi, unta con olio di semi. Realizzate il cordolo con la pasta che avrete tenuto da parte e fatelo aderire con una leggera pressione al disco della pizza. Ora spalmate uno strato di crema Novi (deve essere molto morbida, quindi tenerla in un luogo tiepido) su tutta la pizza (il cordolo servirà per evitare che la cioccolata debordi), poi guarnite a piacere la vostra pizza con pezzetti di cioccolato fondente, bianco e al latte. Cuocete in forno preriscaldato a 200°. Dopo i primi 5-7 minuti (controllate che la cioccolata bianca non scurisca troppo) coprite la torta con un foglio di carta di alluminio e lasciate cuocere per altri 10-8 minuti (in tutto la pizza va cotta circa 15 minuti). Sfornate e lasciate intiepedire, spolverizzate col zucchero al velo e poi gustatevi la vostra pizza al piatto dolce! E' fantastica. Conservatela chiusa in una tortiera. E' buonissima anche il giorno dopo, basterà riscaldarla in forno preriscaldato a 200°, per qualche minuto. Sarà come appena sfornata!
Ecco qui le foto delle mitica pizza al piatto dolce: