lunedì 4 febbraio 2019

I cannoni di Lillone (cannoli fritti alla crema)

Ormai Carnevale è alle porte, perciò abbiamo deciso di darvi la ricetta di un dolce fritto davvero strepitoso, i cannoni di Lillone . Si tratta di cannoli fritti ripieni di crema, squisiti ma semplici da realizzare. Dovete provarli perché sono davvero stupendi! La pasta è morbida e non secca, e visto che viene realizzata col lievito, non assorbe per niente olio. Il cannolo risulta perciò soffice e leggero.
Ecco gli ingredienti per la pasta (8 cannoli) : 
2 uova bio
un cucchiaio di olio di semi di mais
un cucchiaio di zucchero
un cucchiaio di mistrà
1 bustina di vanillina
mezza bustina di lievito per dolci 
mezza fialetta di aroma al limone (o la buccia grattugiata di mezzo limone bio)
farina 00 bio quanto basta 
olio per friggere 
alchermes
zucchero per farcire
Per la crema potete trovare la ricetta qui, e dovete fare 3 uova di crema (di conseguenza userete 3 cucchiai di zucchero,  3 cucchiai non molto colmi di farina, e 3 bicchieri di latte).
Procedimento: innanzitutto preparate la crema e lasciatela raffreddare per bene.
Passate ora a preparare i cannoli. Rompete le uova in una terrina, aggiungete lo zucchero, l'olio, la vanillina, il limone, il mistrà e mescolate bene, mettete una po' di farina e continuate a mescolare, aggiungete il lievito e altra farina, fino ad ottenere una pasta che potrete impastare sul tavolo con le mani. Non eccedete con la farina altrimenti si indurirà troppo. Dopo averla impastata per bene, stendete una sfoglia dello spessore di circa 4 millimetri. Ritagliare ora dei rettangoli suffcientemente grandi per poter foderare uno stampo da cannolo siciliano, sovrapponendo la pasta nel senso della lunghezza per circa 3 millimetri, e facendo aderire bene i due strati, pizzicando e spingendo con le dita, in modo che il punto della saldatura scompaia. Friggete i cannoli in abbondante olio di semi di girasole bollente, girandoli in modo che colorino su tutti i lati. Devono diventare di un bel colore dorato. Scolateli per bene. Sfilate lo stampo di metallo dal cannolo. Ora guarnite i cannoli: girate ciascun cannolo nell'alchermes, e poi nello zucchero. Una volta che li avrete zuccherati tutti, potete procedere a riempirli con la crema. Utilizzate una sac à poche e riempite ciascun cannolo, prima da un lato e poi dall'altro. Avete realizzato i vostri cannoni di Lillone, non vi resta che sbranarli! Sono stupendi! 

P.S. Vi starete chiedendo chi è Lillone: ma è facile! E' il cugino pasticcere  (titolare di una panetteria a Colbuccaro 😂) di Lilly, il topone amico del capitano Lunetto, le cui storie potete leggere qui.  
Ed eccovi la foto dei mitici cannoni:

Le crepes salate della Candelora

Salve amici! Sabato era il 2 febbraio, cioè il giorno della Candelora. E' una festa molto sentita in Francia, dove per l'occasione si cucinano le crepes. In Italia la Candelora era un tempo il giorno a cui si guardava per capire quanti giorni di inverno c'erano ancora da passare (Il proverbio diceva: "Candelora, Candelora, dell'inverno semo fora, ma se piove o tira vento dell'inverno semo dentro.."). Anche noi abbiamo voluto festeggiare la Candelora e portare un po' di sole almeno sulla nostra tavola (le crepes, gialli e profumati dischi di uova e farina), visto che la giornata era davvero orribile, con pioggia e vento. Per l'occasione abbiamo deciso di cucinare delle crepes salate, di 4 tipi diversi: al prosciutto cotto e formaggio (classiche crepes salate francesi), allo speck, formaggio e olive, ai gamberetti e zucchine in salsa, al salmone e formaggio.
Per la ricetta delle crepes potete trovarla qui. Vi diamo invece gli ingredienti e il procedimento per le farciture:
1 zucchina
una confezione di formaggio Camoscio d'oro
una fetta di formaggio Bel Paese
provola a fette  
prosciutto cotto
speck
olive nere cotte al forno salate
1 etto di gamberetti surgelati
50 ml di salmone affumicato
50 ml di panna
Prima di preparare le crepes vi consigliamo di preparare le farciture. Cominciate lavando la zucchina e tagliandola a tocchetti piccoli. Fatela appassire in una padella dove avrete messo poco olio extra vergine di oliva, quindi aggiungete poca acqua salata e fatela cuocere finché non è evaporata.  Intanto lessate i gamberetti. Una volta cotta la zucchina, aggiungete 50 ml di panna, salate e pepate.
Per  la crepe al salmone dovete tagliare a pezzettini 50 gr di salmone affumicato e farlo rosolare in una padellina con poco burro. 
Ora dovete preparare la crema di olive triturandone una decina con un coltello, dopo aver tolto l'osso.
Bene, adesso è arrivato il momento di preparare le crepes salate, (sostituendo il cucchiaio di zucchero della ricetta delle crepes dolci con un bel pizzico di sale). Una volta fatte le crepes, iniziate a guarnirle. Rimettete una crepe sulla padella a fuoco basso e guarnitela con due fette di provola e una di prosciutto cotto. Chiudetela a metà aiuatandovi con la spatola di legno e lasciatela in padella per qualche minuto per far sciogliere il formaggio. Chiudela ora in quattro e mettetela su un piatto che lascerete vicino ai fornelli perché non si raffreddi. Avete realizzato il primo tipo di crepe: formaggio e provola. Per quella al salmone utilizzate, per guarnire, il salmone che avete cotto e pezzettini di Camoscio d'oro. La procedura è la stessa sopra descritta. Una volta fatta la crepe mettetela sul piatto. Per la crepe alle zucchine e gamberetti, una volta messa la crepe sulla padella, guarnitela con la crema di zucchine, aggiungete pezzettini di Bel paese e i gamberetti. Fatela stare sul fuoco giusto il tempo per far sciogliere il formaggio, sempre secondo il procedimento indicato sopra. Per la crepe allo speck, guarnite con due fette di speck, pezzetti di Camoscio d'oro e la crema di olive nere. Anche in questo caso dovete tenere la crepe sul fuoco per qualche minuto per far sciogliere il formaggio. Una volta farcite tutte le crepes potrete gustarle tiepide. Sono squisite!
Ecco le foto delle varie farciture e del piatto di crepes al termine della ricetta.
Le crepes  accompagnate da un sorso di Sangria espanola:
E infine le farciture: