lunedì 1 luglio 2019

Panini da hot dog (buns)

Siamo di nuovo con voi per darvi la strepitosa ricetta che vi permetterà di preparare degli straordinari panini da hot dog, in tutto e per tutto simili nell'aspetto esteriore a quelli che si comprano nei supermercati, ma molto più salutari, perché privi dei conservanti e degli addittivi che si usano nei prodotti industriali. E sopratutto mille volte più buoni. Hanno infatti un sapore unico, indescrivibile, di prodotto fresco di panetteria, non stereotipato e inutile come quello dei panini conservati. Con questi panini potrete realizzare dei veri e propri hot dog, e gustare il vero sapore del famoso panino americano. Oppure potete farcirli con formaggio, prosciutto e verdure fresche, per uno spuntino super. Il loro sapore, con una punta di dolce, e la presenza nel loro impasto del latte, del burro e delle uova, li rendono davvero irresistibili nel gusto.
Ecco gli ingredienti per circa 6 panini.
340 gr di farina 0 bio
1 cucchiaino di lievito per pane istanteneo (secco)
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiaino di sale
50 gr di burro bio
75 ml di acqua
100 ml di latte bio
2 tuorli d'uovo bio
Procedimento 
Per prima cosa mescolate tutti gli ingredienti secchi in una terrina. Intanto fate scaldare in un pentolino il burro e l'acqua, facendo sciogliere il burro del tutto. Aggiungete il latte e verificate con un termometro da cucina che la temperatura sia scesa a 50°-55° gradi. Una volta raggiunta questa temperatura, togliete dal fuoco e versate il composto nella terrina, mescolando bene con una forchetta. Aggiungere i tuorli e continuate ad amalgamare. Poi passate ad impastare con le mani. Impastate per almeno 10 minuti, senza aggiungere farina, fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico. Ora formate una palla e mettete a lievitare in un posto tiepido, in una terrina leggermente oleata, coperta con la pellicola trasparente. Lasciate lievitare finché la pasta raddoppia di volume andando a toccare la pellicola trasparente. Una volta terminata la lievitazione riprendete la pasta e dividetela in 6 pezzi (da circa 95 gr). Stendete ogni pezzo in un rettangolo dello spessore di 3 mm. Poi arrotolatelo dal lato più corto e ottenete dei "sigari" che posizionerete sulla leccarda del forno coperta con la carta forno, distanziandoli perché devono crescere. Posizionateli in modo che la parte finale della pasta arrotolata rimanga sotto, in modo che la parte superiore del "sigaro" sia completamente liscia.
Coprite la leccarda con la pellicola trasparente e lasciateli lievitare ancora in un luogo tiepido, per minimo un'ora e mezza, finché non avranno raddoppiato di volume. Spennellate poi delicatamente la superficie con un po' di latte e cuocete in forno preriscaldato a 220° per 10/14 minuti, finché non saranno ben coloriti (guardate la foto). Una volta cotti sfornateli, toglieteli dalla leccarda e lasciateli raffreddare completamente. Ora potete preparare il vostro hot dog, o guarnirli come più vi piace. Noi abbiamo fatto entrambe le cose. Sono stupendi e si conservano senza problemi chiusi nei sacchetti che si usano per congelare i cibi. Ecco per voi le foto dei mitici buns.

I panini appena fatti

L'hot dog

Il panino farcito con prosciutto cotto, insalata e maionese

Torta caprese al limone

Buongiorno a tutti! Dopo la torta caprese al cioccolato, vi diamo la ricetta della versione al limone, altrettanto squisita, una vera prelibatezza di alta pasticceria. Vi raccomandiamo, se possibile, di usare ingredienti di qualità (soprattutto per le mandorle e i limoni), che faranno la differenza sul sapore.
Ecco dunque gli ingredienti per una torta che richiederà uno stampo apribile di 22 cm:
200 gr di mandorle pelate
120 gr di zucchero a velo
100 gr olio extra vergine di oliva bio
180 gr di cioccolato bianco Novi
5 uova bio
50 gr fecola di papate
60 gr di zucchero semolato
buccia grattuciata di 2 limoni non trattati
1 bustina di vanillina
5 gr di  lievito per dolci
scorzette di limone candite
zucchero a velo vanigliato per guarnire
Procedimento:
Cominciamo col dire che se non le avete a disposizione, potete fare le scorzette di limone mettendo la buccia di un limone non trattato (senza la parte bianca che è amara), in un pentolino con 3 cucchiai di zucchero e 2 di acqua. Lasciare sul fuoco per 10 minuti. Una volta che l'acqua sarà evaporata lasciate raffreddare le scorzette.
Ora passiamo a realizzare la torta. Fate bollire le mandorle con la pelle in acqua poi spegnete e sbucciatele. Fatele asciugare in forno caldo a 180° per 2 o 3 minuto. Non fatele tostare, ma solo asciugare, devono restare bianche. Fatele raffreddare in un piatto freddo (lo potete mettere in frigo una mezz'ora prima). A questo punto unite le mandorle (meno una manciata) allo zucchero al velo nel robot da cucina e polverizzatele. La manciata di mandorle lasciate da parte deve essere tritata più grossolanamente in modo che si sentano quando si mangia la torta. Tritate poi molto finemente il cioccolato bianco con un coltello a lama larga. In una terrina mescolate il cioccolato, la farina di mandorle, la buccia grattugiata dei due limoni non trattati, la fecola mescolata in precedenza col lievito. Quindi aggiungete l'olio e amalgamate con una spattola. Unite 2/3 delle scorzette di limone che avrete preparato, dopo averle tritate finemente col coltello. Amalgamate bene. Otterrete un composto denso e pastoso. Mettete da parte il composto. Montate le uova con lo zucchero semolato e la vanillina, con le fruste elettriche fino a ottenere un composto chiaro e spumoso fincé non avrà triplicato triplicato il suo volume iniziale (ci vorranno circa 5, 6 minuti). Unite le uova montate al composto di mandorle e cioccolato, a cucchiaiate, girando con una spatola dall'alto verso il basso per non  smontare le uova. Arriverete ad ottenere un composto piuttosto liquido. A questo punto imburrate e infarinate per bene la teglia apribile e versate il composto. Cuocete in forno preriscaldato a 200° per 5 minuti, poi abbassate a 165° e lasciate cuocere per altri 45-47 minuti. Se quando mancano 15-12 minuti vedete la torta troppo scura copritela velocemente con un foglio di carta di alluminio. Trascorso il tempo di cottura, fate la prova con uno stecchino: l'impasto non dovrà attaccarsi. Infatti la torta caprese rimarrà umida, ma non bagnata o liquida. Tiratela fuori dal forno e lasciatela nella teglia di cottura per almeno 30 minuti. Ora con un coltello staccate delicatamente i bordi della torta dalla tortiera e aprite lo stampo. Quindi poggiate un piatto di portata sopra la torta e copovolgetela. Con delicatezza aiutandovi col coltello staccate il fondo della teglia dalla torta. Spostate la torta su una gratella per farla freddare. Una volta fredda, spostate di nuovo la torta sun un piatto di portata e guarnite con lo zucchero al velo. Ora potete gustare la vostra torta caprese al limone, vedrete andrete in estasi!
Qui sotto le foto: